lunedì 28 novembre 2011

IL SERPENTE PIUMATO

Cara Amica, caro amico,
anche questo blog
è terminato

L’averTi conosciuto
per Me è stato
un momento beato
che Mi ha reso
più di quanto ho dato

È vero ho anche giocato
ma onesto, con Te,
sono sempre stato

Ciò che già sai,
perché più volte
l’ho pronunciato,
è che sinceramente
Ti ho sempre Amata/o

… “Il mito di Quetzacoatl-Kukulcan ha un significato che trascende di gran lunga il suo contenuto astronomico o storico. Come archetipo, rappresenta tutto ciò che un uomo dovrebbe aspirare a diventare. La sua raffigurazione sotto forma di serpente piumato ne indica la natura duplice: le piume rappresentano la natura aerea e spirituale (il Padre), mentre il serpente riflette la sua connessione con la creazione fisica (la Madre), espressa naturalmente dalla statua di Coatlicue, la madre terra azteca, con la testa e la gonna di serpenti che tanto disgustarono le autorità spagnole da indurre a seppellire l’effigie. Su un piano più profondo e mistico, il simbolo del ‘serpente piumato’ indica il modo in cui l’uomo illuminato deve conciliare i due opposti della sua natura, quello spirituale e quello materiale.
Nelle tradizioni spirituali dell’Occidente il serpente, o talvolta il drago, oltre a simboleggiare il percorso del sole nel cielo, rappresenta l’io inferiore. Secondo le tradizioni gnostiche, ciascuno di noi nasce come serpente, costretto a strisciare per tutta la vita nella polvere della terra. Così come il serpente si rinnova liberandosi del suo involucro di pelle e rigenerandone una nuova, anche noi viviamo una vita dopo l’altra, morendo e rinascendo, ma sempre incapaci d’innalzarci al di sopra della terra. In questo stato di sufficiente consapevolezza, siamo esclusi dal mondo superiore dello spirito e restiamo la prole inerme del grande Serpente Solare. È così che, in quanto figli caduti di Adamo ed Eva, siamo imprigionati nella nostra ‘pelle’ rigenerabile, costretti a vivere un’esistenza dopo l’altra e a sperimentare una morte dopo l’altra nel mondo materiale… Tuttavia le tradizioni gnostiche parlano anche di un destino cosmico, della possibilità insita negli esseri umani, in quanto anime, di lasciare la terra fisica per raggiungere la nostra vera patria ad un livello più elevato, non materiale. Questa è l’essenza degli insegnamenti spirituali di tutti i grandi maestri, fra cui Gesù, Buddha, Maometto e, possiamo presumere, l’autentico Quetzacoatl-Kukulcan.
Eppure tutti loro c’insegnano, se leggiamo con attenzione le loro parole, che ottenere la libertà richiede una trasformazione del nostro essere. Per ricorrere ad un’altra metafora, l’essere umano comune vive come un bruco sulla foglia di cavolo della vita. Qui può vivere e morire mille volte senza neanche avere coscienza della possibilità di un ulteriore sviluppo. Eppure, così come un bruco ha in sé la potenzialità di tramutarsi in una splendida farfalla, anche l’essere umano ha la possibilità di trasformarsi in una forma superiore. Non siamo tenuti a restare per sempre allo stadio di vita del bruco: anche noi possiamo diventare angeli, pur restando vivi in un corpo fisico”…
Fonte: “Le profezie dei Maya (pag. 240-241). © 1996 Casaitrice Corbaccio s.r.l. Milano. © Adrian G.Gilbert and Maurice M.Cotterrel 1995 First published by Element Books Ltd., Shaftesbury, Dorset, UK


(Brano associato: “IL SERPENTE PIUMATO” - Nomadi)


QUETZALCOATL E LE PLEIADI

… <<Si ritiene che la Piramide del Sole a Teotihuacan, fuori da Città del Messico, sia in allineamento con le Pleiadi in quanto il suo lato occidentale e molte delle vie circostanti si rivolgono in direzione del tramonto delle Pleiadi alla mezzanotte della notte della loro massima altezza. Anche i Maya avevano un religioso rispetto per le Pleiadi e sapevano che nella zona di Chichen Itza, durante l’equinozio di primavera, il Sole proiettava un’ombra a forma di serpente sulla scalinata del lato nord della piramide di Kukulcan. Alcuni studiosi hanno calcolato che a circa 60 anni  all’apparire di quell’ombra, quando il sole raggiunge il suo zenith sulla piramide a mezzogiorno (20-23 Maggio), c’è un ulteriore allineamento diretto con le Pleiadi. L’allineamento delle Pleiadi con il sole potrebbe essere in diretto collegamento con Quetzalcoatl, il serpente piumato che è venuto per portare al pianeta una saggezza superiore>>…

3 commenti:

  1. M'è piaciuta la poesia...molto...
    poi, ho approfondito la lettura sottostante...
    credo che siamo in evoluzione...
    il Tempo che scorre mentre ci chiediamo dove andiamo è già perduto...
    vivere d'ogni attimo ascoltando ciò che stiamo accogliendo....ciò che stiamo donando...
    cerco sempre il buono...dentro e fuori me...
    come possiamo mutare, nel divenire...
    a volte ci costringiamo a vivere una condizione che non ci appartiene...
    a volte, quando ce ne rendiamo conto, è tardi...
    notte serena Mauro..
    un sorriso..
    dandelìon

    RispondiElimina
  2. ... "credo che siamo in evoluzione" ... dici, lo credo anch'IO, e non solo:
    ... "Ci saranno un sacco di eventi che accadranno quest'anno, e uno dei più grandi eventi accadrà il 20 maggio 2012, quando ci sarà un'eclissi solare che vedrà il nostro Sole allineato con Alcyone, il Sole centrale che si trova nel sistema stellare delle Pleiadi. Questa è la fine di un ciclo importante che è stato in atto per 25.920 anni. Penso che cominceremo un nuovo ciclo di amore, di unità, e Abbondanza. Venere governa il Toro, e ci sarà un importante transito di Venere il 5/6 Giugno, quando esso eclisserà il sole"
    http://www.stazioneceleste.it/mahala/frames.php?mese=febbraio&anno=2012

    RispondiElimina
  3. ... "Sembra quindi che questo angolo di Europa affacciato sull'oceano atlantico sarà, per i predestinati viventi, l'unico luogo protetto dall'apocalittica purificazione nel Fuoco e dalla catastrofe cosmica dell'inversione/inclinazione dei poli.
    A provocare tali eventi sarà il passaggio di un corpo celeste, una Stella con un'enorme orbita ellittica, simboleggiata dal Serpente di Fuoco, un Serpente Celeste che porta ciclicamente terrore e purificazione, morte e rinascita in tutto il sistema solare.
    La Stella è il Decimo pianeta del nostro sistema solare, contraddistinto dalla X superiore, il pianeta dell'attraversamento conosciuto da Sumeri, Egiziani e da altre civiltà del passato (Nibiru, Marduk, Horus-Set, Quetzal/coatl), il quale compie la sua enorme orbita intorno al sole e quindi giunge al suo allineamento ciclico con la Terra e con gli altri corpi celesti del sistema solare, ogni 3600 anni circa" ...
    Estratto da: http://www.arcadia93.org/hendaye.html
    Per approfondimenti sul X pianeta: http://gilgameshdisumer.wordpress.com/info/

    RispondiElimina